Dior sul pavimento a scacchi e la nuova moda del surrealismo mistico

Dior sul pavimento a scacchi e la nuova moda del surrealismo mistico.

Scacco matto al ospite: il pavimento a scacchi e i modelli degli organi di senso, è questo il messaggio subliminale che Dior , la nota e lussuosa casa di moda vuole lanciare al mondo questa stagione.

Mi fa tanto pensare cosa esattamente a scelto la compagna d’arte di Dior, la stilista Maria Grazia Chiuri come scenografia per la sfilata parigina Haute Couture primavera-estate 2018.

Una serie di messaggi per soli intenditori forse ? Occhio, l’orecchio, la bocca, il naso, un torace e la mano aperta verso il pavimento a scacchi. Sedie bianco e nere . Qualche gabbia qua è là posizionata in alto e con una luce al interno !

dior scenografie sfilata

dior scenografie sfilata

dior 2018

dior 2018

Un soffitto a specchio ci invita a riflettere (come dice la Tavola Smeraldina di Kybalion) : ‘’come in alto cosi in basso, come sotto cosi sopra, per compiere il miracolo dell’Uno’’.

Un evidente messaggio mistico scenograficamente ambientato in un tempio surreale.

Fuori dalla sfilata troviamo una enorme scacchiera, o meglio un enorme pavimento a scacchi come un muro verticale. Un invito alla riflessione di un futuro dal quale saper scegliere tra il bianco e nero, tra il bene e il male?

Gli abiti, anche essi  rigorosamente bianco-neri, oppure con qualche ‘’casuale’’ disegno che ricorda guarda caso i libri di magia e la sua simbologia : una chimera, la papessa dei tarocchi, la ruota della fortuna, la scacchiera a dosso, …e occhi, tanti occhi.

dior papesse

dior papesse

Il trucco delle modelle della sfilata a tema : occhi ‘’bendati’’ e occhi truccati a spina di pesce.

Abiti sacerdotali, messaggi per ‘’Chi capisce capisce’’ e ‘’chi non lo sa, deve imparare’’.

Modella con tatuaggio con strani messaggi, la scritta in francese (traduco) : ‘’comprensione-libertà-amore-contradizione’’ , oppure ‘’l’amore è tutti giorni davanti a voi’’….

Che Dio dal alto ha messo le mani in pasto anche sulla Moda è evidente !

dior make-up

dior make-up

Al miglior intenditore, migliore comprensione !

La moda quindi, come abbiamo gia visto in passato anni fa ad Alessander McQueen, a Louis Vuitton e recentemente a Gucci, il lusso quindi segue il ‘’Criterio’’. Qualcosa di Mistico si è infilato anche nella Moda e ambisce a fare tendenza negli anni in avvenire. Come intenderlo? Messaggio subliminale, invito al Risveglio? Operazione di Marketing? Staremo a vedere!

dior italia

dior italia

Il red carpet è già vecchia moda e sarà presto sostituito con il pavimento bianco-nero? Beh. È possibile !

Una donna alla direzione della casa Dior ? Eh si, perche come nei giochi di scacchi, alla fine la Regina salva sempre il Re !

dior haute couture

dior haute couture-

dior-milano

dior-milano

 

 

 SETTIMANA DELLA MODA FUORI MODA

abito floreale stampa fiamminga

 SETTIMANA DELLA MODA FUORI MODA

Mi piacciono i visitatori della sagra della moda nel paese, a differenza mia che preferisco un gusto retrò di sapore fiammingo loro si vestono tutti ‘’alla moda’’ e (sempre a differenza mia) loro sono molto amichevoli.

bicicleta

street style

LA MODA DELLA STRADA NON è SEMPRE LA STRADA DELLA MODA

Sono una patita osservatrice ‘’stradale’’ maniaca dei dettagli. Ho allenato il mio cervello a lavorare con una potenza di  diversi mega-bite superiori alla percezione normale.  Probabilmente non è stata una buona scelta perche vedere tutto fa male !

bicicletta

bicicletta con cesto

Osservo per strada gente vestita come se avessero perso una scommessa.  Per una stesura rapida li dividerei subito in 3 grosse categorie .

I minimalisti che mi ricordano le uniforme comuniste ai tempi in cui Ceausescu aveva deciso di sterminare il mio popolo privandolo di cibo, elettricità, messi di trasporto, cultura, passaporti per migrare al estero, ecc… la cosi detta ‘’epoca d’oro’’. Gli out-fit erano composti da un pantalone (nero) , un maglioncino sfigato (nero misto acrilico) e un giubbotto ancora più sfigato (e ancora più nero). Loro rappresentano il 91% di quello che vedi per strada.

amira munteanu bergmann uthe bacher

con amica Uthe Bacher

Altri 8% sono derivati leggermente più coraggiosi di essi. Ma assai lontani da ogni logica di criterio e ovviamente di una noia mortale.

Mentre il resto  di 1% sono i sfashionisti, ovvero, coloro che osano ad osare.

SEPHIROTH

osservando l'osservabile

 

(non conto i rarissimi casi di buon gusto che vedi una volta al mese (e solo se frequenti certi ristoranti) in quanto sono meno di 0,0000000000000000000000000000000000001 % della popolazione e non vorrei sembrare autoreferenziale)

Naturalmente i più interessanti da analizzare sono la fetta dei 1% SFASHION, ovvero coloro che escono di casa con la speranza di essere papparazzatti e finire ''per puro caso'' su qualche gettonato feiscion blog. ...perche si sa vestirsi bene è un'arte. Ma vestirsi male rimarrà  sempre un dono innato, una tentazione alla quale poche (e pochi) riescono a resistere.

Dietro la nobile motivazione della creatività e il freudiano bisogno  di esibizione si cela il desiderio di tutti di sentirsi per strada come in passerella a Parigi

... dimenticando che l’Alta Moda non è destinata a coloro che prendono i mezzi di trasporto per andare a lavorare a mattina presto.

Vi consolate spesso dicendovi a voi stessi che essere ‘’normale" non è necessariamente una virtù ma denota piuttosto una mancanza di coraggio? Beh, dipende!

 

Dal punto di vista clinico per rimanere sani quando aprite l’armadio e non creare disturbi a coloro che hanno l’occasione di incontrarvi per strada consiglio come diagnosi di seguire anche se un breve percorso ma intenso con qualcuno un pò più afferrato sul argomento.

mahe up test

make up test

Noi organizziamo degli work-shop notevoli ! Vi  potremmo indicare almeno l’ABC del Buon Gusto con prospettiva di farvi ordine nelle idee e nel armadio per non rischiare ad essere letti di chi non vi conosce , diversamente di come siete (in quanto è TUTTO  a vostro sfavore).

recamierI

prospettiva

Il colori, i volumi, le texture e le proporzioni NON sono casuali

e se la bellezza è l’armonia universale e le bruttezza il suo contrario vuol dire che un motivo c’è ! Al posto di perdere tempo con cazzate in weekend date un’occhiata alla pittura fauvista di Matisse o Gauguin , Munch o Van Gogh per capire come mettere i colori , quanto come, dove e perche.

trucco

make-up test

Se invece volete gridare al mondo che siete sobri provate con Mondrian o Yves Klein.

…oppure con un Piero della Francesca se siete tendenzialmente classici, ma solo se riuscite ad indovinare di chi è il ritratto stampato sul mio abito !

piero della francesca

piero della francesca stampa su seta

Fatto ciò potrete cominciare la settimana con il giusto sprinto. Non potete uscire per strada perché siete nudi e i vestiti nuovi ancora non vi entrano ? Un suggerimento utile è cenare con un bicchiere di acqua e un chicco di orzo tutte le sere applicando la dieta ad oltranza, finché non otterrete dei seri risultati per rientrate negli abiti da voi tanto pagati.

a lavoro

prova trucco

Ci sono blogger di moda che per migliorare l’autostima consigliano di imparare la forma del proprio corpo per poi costruirsi una guaradaroba adatta. Il mio consiglio è di puntare un vestito in una vetrina notevole e poi imparare come fare a starci dentro !

Ciao !

abito in seta

abito in seta

LA MODA DELLA STRADA NON è SEMPRE LA STRADA DELLA MODA

diadema per capelli

 

PER DIRVI QUESTO HO INDOSSATO
abito in seta stampata ''Piero delle Francesca'' ,  rifinito a ''taglio vivo'' e ricamato , prezzo 700 euro
diadema per capelli , prezzo 80 euro
bracciale in resina modellata a mano, prezzo 100 euro
orecchini e gioielli vintage
cintura vintage
brand ”Amira di Transilvania” Couture
capi unici 100% Made in Italy taglia 42 Italia riproducibili su misura  con pre-ordine via mail al indirizzo di contatto

 

copertina alf

Cosa va di moda oggi nella moda?

Cosa va di moda oggi nella moda? Ecco una domanda chiave a quale cerchiamo di dare una risposta.

La moda di oggi , per essere di moda, indipendentemente di quello che una persona decide di indossare , ha due grossi compiti.

Da una parte deve aiutare a comunicare in modo diretto e individuale la propria personalità, i propri gusti e la propria cultura in modo CORETTO.

Da un’altra parte deve essere un vettore di POSITIVITà e buon senso nei confronti di coloro che incontriamo.  Perche a loro volta sono decisamente influenzati  a livello inconscio dei segnali che il nostro look manda. Chiedersi quindi : Cosa va di moda oggi nella moda?

Cosa va di moda oggi

Cosa va di moda oggi

L’arte e la moda hanno da sempre rispecchiato e testimoniato il polso di un epoca.  Oggi come oggi viviamo nell’era virtuale inflazionata di immagini e affollata di informazioni. I consigli che riceviamo sono spesso antagonistici tra loro. Quindi ancora di più la moda deve venire nel aiuto del individuo oramai depersonalizzato nonchè perso nei meandri delle improbabili realtà virtuali.

Compito non tanto facile in un mondo affrettato da fatti ed eventi che non lascia spazio al individuo per delle riflessioni e tempo per se stesso. Uscite di casa a mattina con l’ansia di affrontare la giornata .Prendere i mezzi di trasporto pubblico o privato. Vi buttate nella folla della strada dove tutti camminano a testa bassa con gli occhi nei cellulari.

Livellati tutti da una forma di autismo sociale che non si era mai verificato in tutta la storia fin’oggi.

Un giubbotto nero imbottito, un banale jeans e la scarpa che tutti hanno è diventata la nuova uniforme stradale di camouflage. Vi illudete che siete vestiti, in realtà vi siete solo coperti per affrontare il massimo di rischio stradale.  Nonchè sociale. In incognito e ‘’sicuri’’ al interno di questo guscio comune ,  affrontate la città e i centinaia di sconosciuti che incontrate per strada tutti giorni (per prima e spesso per l’ultima volta nella nostra vita) senza accorgervi della loro esistenza e loro della vostra esistenza.  Vi camouflate perche avete paura.

La paura di essere osservati e giudicati. Come se foste in debito con il prossimo. La paura di voi stessi e la paura degli altri.

_MG_8486Raul Funes Amira mail

Questa ‘’moda’’ cosi banale e cosi priva di personalità non influenza solo l’atteggiamento del prossimo nei vostri confronti. Soprattutto influenza il vostro nel confronto di voi stessi senza accorgervi. ‘’Essere come gli altri’’ formata il nostro inconscio. Assorbe dal mondo influenze e trasforma voi stessi in ‘’uno come tutti’’ senza che vi accorgete.

Cosi per imitazione iniziate a fare le scelte anche fuori dalla guardaroba pensando che sono le vostre scelte, invece non è cosi : l’inconscio sceglie per voi in base a dei schemi e modelli predefiniti da Qualcun'altro. Avete assorbito senza pensare, senza un giudizio personale: il vostro. Vi siete semplicemente ''adeguati'' agli altri e non a voi stessi.

Vestite come vestono tutti. Calzate come calzano tutti. Mangiate ciò che mangiano tutti. Pensate come pensano tutti. Parlate come parlano tutti. Ma voi stessi, la vostra personalità e la vostra individualità ? L’unicità con la quale siete nati dov’è finita? L’amore e rispetto per voi stessi dov’è sepolto ?

Vi allontanate in questo modo sempre di più dal somigliare a voi stessi. Vi allontanate dal essere unici come siete stati creati e state diventando una persona qualsiasi , un pezzo del puzzle della masse.

Vi piace ? Credo di no ! SPERO di no !

_MG_8506Raul Funes Amira mail

Ognitanto occorre chiedersi : Cosa va di moda oggi ?

La crisi mondiale che viviamo fa si che la società e depressa , (vabeè nulla di nuovo) una depressione contagiosa e ancor peggio contagiata dal contributo di tutti coloro che inconsciemente hanno deciso di somigliare a tutti. L’individuo non risalta più. L'Essere non è più facilmente individuabile, non si nota più (se non in casi speciali) perche lui stesso è convinto che  ha deciso (in realtà hanno deciso altri per lui) di non farsi notare.

Nessuno ha più coraggio di apparire e osare perche sono tutti intimoriti del giudizio altrui. Come se tutti dovessero qualcosa a qualcuno. Il senso di colpa e peccato si è esteso per fine nella moda. Dobbiamo salvare questa realtà che si allarga come macchia d’olio facendo si che lo spettacolo della strada è diventato una unificazione di non-stile estesa a tutti.

A me ricorda gli anni comunisti quando tutti si vestivano uguale perche non avevano altre scelte.

La moda oggi, iniziando dalla street-style e finendo con la moda per le precise occasioni deve venire nel aiuto di ognuno di noi.  Aiutarlo a capire chi è e come deve vestirsi. In modo che quello che lui indossa diventa un atto di MAGIA per migliorare la sua propria  vita.

Nella comunicazione solo 7% è quello che diciamo con le parole, il resto di 93% lo esprimiamo con il linguaggio di corpo.  In questo senso il modo di vestirsi è FONDAMENTALE. Altrimenti rischiate di passare per chi non siete, essere mal capiti o addirittura fraintesi.

Cosa va di moda oggi ?

Cosa va di moda oggi ?

IL BIANCO-NERO E I COLORI

Il bianco-nero (per non dire il ‘’grigiore universale’’), ma più tosto il nero è diventato un must della strada negli ultimi 10-20 anni. Come se tutti inconsciemente decidessero di essere partecipi ad un funerale sociale che ha luogo tutti giorni ovunque.

Per strada, in metropolitana, negli uffici, nei bar e nei ristoranti sono tutti vestiti prevalentemente di nero e i suoi derivati di grigio scuro sempre più anonimi.

Senza renderci conto, la quantità del colore nero che assorbiamo influenza in modo molto negativo il nostro umore , appiana i sensi e uccide la creatività. Il nero che vedo a dosso alle persone e il nero che vedo a dosso a me plasma il mio inconscio continuamente. Il mio inconscio è il motore delle mie azioni.

Quello che decido di fare durante la giornata non è determinato da quello che mi dice la parte conscia della mia mente ma ben si della parte irrazionale che in modo non selettivo assorbe tutte le informazioni e le immagini del mondo che mi circonda. Compreso i colori.

Se esiste un colore che è quello più inadatto  a influenzare positivamente la mia vita, quello è il colore nero che io indosso o che vedo indossato.

Total look di colore nero è indicato solo alle occasioni solenne dove l’etica di un posto impone una posizione di rispetto assoluto (funerali e serata di gala dove viene espressamente richiesto come dress-code).

Per tutti giorni è il colore meno adatto in assoluto perche assorbe tutte le energie negative intorno a se.

In ordine discrescente tutti gli altri colori derivati dal nero e indossati ‘’ad unison’’ provocano lo stesso effetto del total-nero. Possono essere ‘’salvati’’ solo in combinazione con un altro colore adatto e abbinato in giusta quantità di forma, proporzione e volume.

Il bianco ,

colore che emana più energia di tutti, è il colore della luce complessa , l’unico in grado di riflettere positivamente tutte le energie circostante. Nonostante tutto, un total look bianco non è indicato se non in una occasione sola (matrimonio) in quanto non solo impegnativo , ma anche destabilizzante a livello energetico, appunto per la sua potenza.

Invece in un giusto  abbinamento cromatico insieme ad altri colori è una delle formule energetiche più potente come richiamo ed emanazione di positività.

Quello che hai a dosso è quello che tu sei !

Prestare attenzione ad ogni minimo particolare oggi ha superato la tendenza ed è diventata una condizione di cura personale.

Non lasciare nulla a caso. Avere consapevolezza di ogni elemento che portiamo a dosso è l’unica salvezza personale di non affogare nella mediocrità della masse che ci vampirizza e ci fagocita portandoci su vie delle decisioni che spesso non vogliamo.

Sapere cosa devi indossare significa sapere chi tu sei. Significa una presa di coscienza che non ti lascia preda al giudizio altrui. Significa diventare più forti e più saggi. Significa essere il proprio artefice del proprio destino. Significa essere presente con se stesso.

moda

moda

Aprire l’armadio e scegliere il giusto vestito blu, azzurro, turchese per una riunione dove devi comunicare un messaggio che penetra  e convince . Oppure aggiungere il giusto dettaglio rosso, oro o arancione per conquistare il cuore di una persona .Oppure indossare un vestito viola per recepire meglio con l’intuito una persona che incontriamo per la prima volta. Ecco, sono solo piccoli segreti del ‘’vestirsi con consapevolezza’’.

Uscire di casa consapevoli di voi stessi e presenti a voi stessi, ecco, è questa la magia, è questa la moda che va di moda oggi !

Vestire in base solo al proprio corpo è importante ma non è sufficiente.  Il messaggio che lanciamo a chi ci vede senza conoscerci è fondamentale per le direzioni delle nostre energie. Filtrare le energie che ci arrivano e saper dosare l’emanazione delle nostre proprie energie controllandole è il vero segreto della moda di oggi.

Una maglietta gialla indossata a caso senza un pensiero consapevole può portarci fortuna se indossata in prima mattinata di sabato o per andare ad un pranzo. Ma può essere allo stesso tempo devastante se dobbiamo incontrare un partner di lavoro. Quello che indossiamo non è solo un nostro problema.  Diventa subito e in modo del tutto inconscio soprattutto un problema di chi ci sta intorno.

Impariamo a gestire con metodo e con delle lezioni base , queste situazioni.

Ogni vestito nuovo che indossiamo, ogni abito, ogni camicia o cravatta che mettiamo per la prima volta si impregna della nostra energia vitale in modo irreversibile.

Tutto il nostro armadio è pieno delle nostre energie come daltronte ogni oggetto che a noi appartiene. Comprando un nuovo vestito , o meglio ancora, farselo su misura , con la sola consapevolezza e la magica parola ‘’mi porterà fortuna per quella precisa occasione’’ deve essere il motto eterno di ogni nostro acquisto. Pensare di piacerci a noi stessi dentro quel vestito è la strada sicura per piacere a chi ci vede. Non ignoriamo questi dettagli significativi della moda di oggi !

Ricordo che mio nonno si confezionava tutti gli abito solo ed esclusivamente dal suo sarto gia da piccolo, mia nonna pure e questa tradizione è stata tramandata fino alla mia generazione. Ma forse sono tra quelle poche che ancora osa di questa tradizione. Ebbene ,i miei famigliari avevano degli abiti precisi da indossare in occasioni precise e non avevano nessun dubbio sulla riuscita della presentazione.

Ogni vestito che tu indossi deve essere TUO !

Dentro quel vestito devi essere TE ! Quel capo deve contenere il tuo simbolo, il tuo logo , l’essenza della tua personalità rinchiusa dentro un sigillo che emana e protegge.

Imparate anche voi questi ‘’piccoli trucchi’’ che le grandi multinazionali della moda lo sanno da molti decenni . E’ in questo modo che vi hanno reso i loro clienti:. Lavorando con i loro simboli e i loro marchi il vostro inconscio. E’ giunta l’ora di prendere sopravvento voi su voi stessi e non essere più dei consumatori accecati dalle grandi griff che confezionano abiti a catena di montaggio industriale e ve lo vendono per migliaia di euro approfittandossi della (purtroppo) vostra ignoranza.

Tu sei solo tu, affidati a NOI per scoprire insieme il simbolo che più ti caratterizza e che dovrà siglare e caratterizzare tutti i capi nuovi che indosserai da oggi in poi .

La tua griff sarai te stesso ! Ecco Cosa va di moda oggi ?

Il commercio di massa della moda di oggi basata molto sui numeri e volumi e poco sui significati fa si che non esistono molte proposte nella direzione dell’individuazione di un modo di vestirti bene e personalizzato senza spendere un patrimonio.

La mia proposta è quella di offrire una soluzione a chi vuole fare questo passo evolutivo. Una soluzione di ricreare il suo look e dare nello stesso tempo una svolta energetica alla sua vita in base alle proprie regole energetiche, al proprio pensiero e al proprio modo di vedere la vita. Quello coretto !

In modo concreto propongo a tutti al posto di acquistare un capo industriale e privo di personalità di rivolgersi ad un atelier per acquistare allo stesso prezzo un capo di abbigliamento fatto su misura e soprattutto fatto per lei/lui in modo del tutto personalizzato e con tutte le regole non solo di vestibilità ma anche di cromatica adatte alle esigenze della propria vita .Ma sopratutto ad una simbologia personale ed  individuale che connette il Tutto con il proprio inconscio.

foto di Raul Funes

_MG_8487Raul Funes Amira mail  _MG_8490Raul Funes Amira mail

PER DIRVI QUESTO HO INDOSSATO :

abito in seta e cottone stampato ''cappella sistina'' con maniche in seta , rifinite con macramè originale vintage dalla Transilvania e bottoni in ottone 

cintura in macramè ed eco-pelle ricamata a mano

collare in macramè e perline ricamato a mano

brand ''Amira di Transilvania'' Couture

capi unici 100% Made in Italy taglia 42 Italia  riproducibili su misura  con pre-ordine via mail al indirizzo di contatto

Special Guest, Half, cane con importante pedigree , cane di Amira

Foto di Raul Funes

Produzione e post-produzione Sephirot Productions srl, Milano

La morte va di moda

La morte va di moda

La morte va di moda . Essere o non essere ? Nessuna delle due !

Ogni giorno guardo la morte in faccia e la sfido perche l’orgoglio compromette la morte. La mia ! Mi chiede di avere lo sguardo basso, in modo che Lei mi trovasse li, in pace, brava posata, modesta e sola. …da me pretende ! Moriamo ‘’in giù’’ senza avere in coraggio di appoggiare lo sguardo verso il sole almeno qualche anno prima. Devo unire insieme la mia eleganza e tutte le passioni che mi hanno attraversata e attendere la morte gravitazionale stringendo le palpebre?

No !

L’illusione del vivere è una ginnastica rituale che ogni mattina quando metto il piede fuori dal letto la prendo da capo. Con un rituale e una preghiera. Una preghiera aggressiva e arrogante , la morte va sfidata prima che arriva a fare tendenza e diventare moda !

Esistono abissi fuori dall’anima?

Sfido la morte con orgoglio nel illusione della forza. Attendo ! La vita è solo una lunga fila di ossessioni che vanno dimenticate. Ci nutriamo per un pò di tempo e poi ci schifiamo e alla fine facciamo di tutto per eliminarle. Il contenuto della vita si rivela cosi una continua sostituzione di ossessioni. Solo due rimangono immutabili e insostituibili : l’ossessione della morte e quella dell’amore. La vita in se è un’ossessione solo periodica.

Trovo amaro, infinitamente amaro il destino di un Anonimo (un essere qualsiasi) che si sostrae al dialogo con la propria morte. Dovete parlarvi ! Non si arriva da soli alla destinazione solo attraversando l’agonia di questa terra nera. Non puoi affidarti quel poco che ti è rimasto da vivere solo alla terra che non conosci. Devi imboccarti le mani e scavare ! L’archeologia della memoria ci scopre documenti per altri mondi pagando il prezzo di questa.  Tutto il nostro divenire è solo un sospetto cosmico.

Sul finale del mio camino vi ho perdonato tutti perche perdonarvi mi fa sentire santa ,  e i cadaveri dei santi non puzzano…

foto di Raul Funes
La morte va di moda

La morte va di moda

PER DIRVI QUESTO HO INDOSSATO :

collare e polsi in latex e macramè fatto a mano e ricamato con perline ,   prezzo 300 euro

maglia a rete di tulè con maniche in pizzo , prezzo 200 euro

corsette con bretelle in latex , prezzo 500 euro

gonna in tulè ,  prezzo 500 euro

brand ”Amira di Transilvania” Couture

capi unici 100% Made in Italy taglia 42 Italia  riproducibili su misura  con pre-ordine via mail al indirizzo di contatto

ARTE

scultura teschio con incisione in alabastro e smalto argento , pezzo unico , prezzo 1500 euro