guerra fredda comunismo capitalismo monarchia
guerra fredda comunismo capitalismo monarchia

guerra fredda comunismo capitalismo monarchia

HO VISSUTO LA TORRE DI BABELE ….e la guerra fredda ed era molto fredda !

Vi spieghierò cos’è la Torre di Babele.

Sono nata in Transilvania dove ho vissuto fino a 5 anni . Sono tornata in seguito tutti gli anni. Tutte le vacanze le ho passate nella grande e bella casa dei nonni . Per via del lavoro (militare) di mio padre siamo trasferiti sul Mar Nero a Constanza. Era l’unica città davvero cosmopolita di tutta la Romania. Li  scopri le rovine romane Tomis , ex pontus euxinus dove fu exiliato il poeta Ovidio. La città era stata sotto dominazione del impero Bizantino. Ha preso il nome Constanza in quanto una delle residenze del imperatore Costantino.

Ha una mos chea perche in seguito alla caduta del impero Bizantino era stata occupata dal impero Ottomano. C’era una antica Sinagoga, una Cattedrale gotica e diverse chiese sia cattoliche che ortodosse. Una città porto di mare e commercio con molta storia. Di conseguenza i cittadini di Constanza sono di tutte le etnie (turchi, tatari, rumeni, armeni, macedoni, russi, bulgari. eb rei) . Anche i miei colleghi di scuola erano etnicamente variopinti….

Ebbene , io non ricordo mai, e dico MAI di aver sentito o assistito per tutta la mia infanzia a nessun tipo di conflitto o dibattito sul tema delle religione.

Ognuno a casa sua pregava al dio che voleva (o poteva) . Seguiva i precetti che voleva senza che questo dettaglio pesasse in nessun modo sugli altri. A scuola non c’era nessuna materia che si chiamava ‘’Religione’’ . Era vista come una cosa assai soggettiva e anche un pò bigotta sotto il comunismo…. Ricordo che  nei giorni di festa scolastica ognuno portava qualcosa cucinato a casa dalla mamma o dalla nonna e la si metteva in tavola per tutti…falafel, baklava, gogosh, ciambelle ed eravamo tutti felici !

Nessuna guerra per nessuna religione  ha mai sfiorato le nostre coscienze. Nessuna guerra per nessuna stratificazione sociale ha mai messo in dubbio la fiduccia nell’altro che prega ad un Dio diverso dal mio. Ognuno sapeva chi è, da dove arriva e dove va. Senza servirsi per questo della competizione con il prossimo.

Fino nel 1984…

Avevo 12 anni quando Ceausescu  ha deciso di cambiare il nome  alla mia famiglia  cercando di distruggere un’identità , una eredità culturale, un sistema di valori , una morale che stava in piedi da secoli. Come ha fatto con noi l’ha fatta con tante altre famiglie . Ha raso a terra una tradizione, una civiltà , un’aristocrazia, ha demolito le nostre case , ha evacuato famiglie intere ed è entrato con i bulldoser  sopra i libri e le opere d’arte appese ai muri che crollavano trasformandoli in macerie. Si è impossessato delle nostre proprietà.

Al posto dei terreni ‘’conquistati’’ in seguito alle demolizioni ha costruito edifici comunisti , palazzetti orrendi e palazzoni orribili in blocchi di cemento, edifici sterpi e freddi mettendo a vivere insieme dentro sterili muri  le famiglie e i figli degli aristocratici con quelli degli operai proletari e quelli degli agricoltori forzati a migrare in città perche ha rubato le loro terre , i loro animali, le loro case e la loro dignità.

Lui e la sua malata corte hanno rubato tutto A TUTTI.

Io la guerra l’ho già vista all’ora negli anni ‘’80 . Lo capita perche vedevo questa Torre di Babele , questa masse umana ammucchiata negli appartamenti sui piani dei palazzi , una masse di gente che non si comprendevano tra loro . Troppo diversi negli usi e costumi, nelle abitudini quotidiane, ma tutti ugualmente estraniati . Come se parlassero lingue diverse. Sono scoppiati cosi i conflitti tra generazioni,  tra simili e tra diversi che fino a quel momento vissero tutti in pace a casa loro, ognuno consapevole di se stesso, consapevole di chi è , da dove viene e dove va , e qual’è il suo ruolo nel organismo sociale e nel rapporto con il prossimo.

In seguito i militari del esercito furono trasferiti in residenze esclusive solo per militari , ma oramai era già tardi, perche quello che c’è stato portato via non è mai più tornato indietro.

Ceausescu si era già allineato già all’epoca ad una politica internazionale e ha dato il suo primo colpo : ha iniziato a distruggere le IDENTITA’ (da sempre la prima causa dei conflitti, delle malattie sociali e delle guerre).

Mi chiedo ancora dopo 26 anni dalla caduta del comunismo come mai nessun intellettuale , scrittore o regista (tra tutti i miei compaesani che hanno girato dei film per anni e alcuni hanno vinto a Cannes , pubblicato libri, ecc) non hanno toccato questo argomento nelle loro opere sul comunismo ? Nessuno ha mai raccontato questa vera storia del comunismo ‘’dal alto’’, dalla sottile prospettiva psico-intellettuale , la prospettiva torre-babeliana, la vera chiave per capire tutto l’odio che è stato seminato già dall’ora.

Ciò che accade adesso nel mondo è il seguito di uno scenario studiato a tavolino e iniziato molti decenni prima .

Non ho nostalgia del paese dove sono nata, sarei ipocrita a dire di si. Ho solo nostalgia della mia vecchia famiglia della quale  oramai non c’è rimasto quasi niente . Il mio rispetto per Romania è cessato all’ora , nel 1984. Dentro di me , ancora bambina sapevo che un giorno me ne sarei andata via e non sarei mai più tornata indietro…  Sentivo di non appartenere più a quel posto e mi chiedevo quale fosse il mio ?

Non l’ho trovato ancora adesso….forse non lo troverò mai , forse smetterò di cercarlo….

,,,con amarezza e senza nessuna presunzione …
torre di babele

torre di babele

foto di Raul Funes
PER DIRVI QUESTO HO INDOSSATO :
abito ad uncinetto in filo di seta e cottone , lavorazione 100% manuale con inserti di resina modellata a mano e france  , prezzo 3.000 euro
cappello-bombetta sul cerchietto in tulè con fibbia modellata a mano in resina ecologica , prezzo 400 euro
capi unici 100% Made in Italy taglia 42 Italia  riproducibili su misura  con pre-ordine via mail al indirizzo di contatto
brand Amira di Transilvania Couture 
sandali vintage
make-up Mac
produzione e postproduzione Sephirot Productions Milano