amira

_MG_6795Raul Funes 23

CHI HA PAURA DI ME

 

Chi ha paura di me ? .... Tutti quelli che :

  1. Tutti quelli  che non sono arrivati alla sapienza tramite l’annullamento dell’ego separato e separatore.

2. Tutti quelli per i quali la somma dei loro desideri e’ solo la percezione di ciò che li manca.

3. Tutti quelli che non conoscono visceralmente l’esperienza della caduta, della povertà, della risalita, della ricchezza  e della morte vissuta.

4. Tutti  quelli con forti, ma deboli  componenti emotivi  che poi motivano e indirizzano l’operato di tutte le loro facoltà  verso un unico scopo.

5. Tutti quelli che trovano nelle conquiste facile le basi delle loro attrazioni emotive come tratto indispensabile di realizzare velocemente le loro relazioni umane , senza mettere in dubbio ogni dettaglio che possa rendere reali  le loro emozioni.

6. Tutti quelli privi  di capacità dinamica applicata alle mutazioni delle circostanze esterne, alla velocità del cambiamento e all’adattamento a nuove esigenze.

7. Tutti quelli incapaci a saper perdere , poco intuitivi sul abbattere una sconfitta  o sul  agire veloce su quello che va cambiato  per evitare la perdita prima che questa arriva.

8. Tutti quelli incompetenti nel estendere e realizzare l’Amore nel mondo dandoli durata, stabilità e inerzia, vincendo gli ostacoli iniziando con il primo che appare.

9. Tutti quelli insicuri di loro stessi che seminano insicurezza appoggiando il loro ego incompiuto nel posto meno giusto che trovano,  ovvero,  sulla ferita aperta nella sensibilità del prossimo.

10. Tutti quelli che non provano emozioni complesse nel contemplare il bello e l’armonia estetica, rispettare il bello come dono divino, unico in grado di imbarazzare la normalità o la banalità dell’essere umano.

11. Tutti quelli che non corrispondono  l’esperienza della comprensione nella compassione intessa  come Amore misurato.

12. Tutti quelli egoisti , privi della capacità di lodare, premiare e ammirare il prossimo, riconoscendoli  i meriti e la superiorità , da quale  esso con generosità può nutrire l’anima di colui che lo ammira.

13. Tutti quelli in discesa della luce  che estinguono il loro spirito respingendo, restringendo, contaminando, diminuendo, condizionando lo spirito altrui, indirizzando le loro angosce al termine dell’esistenza del prossimo.

14. Tutti quelli centrati solo su se stessi , che non ammettono e non applicano  la Benevolenza  e  la Generosità come atto di Amore che perdona e giustifica, l’unico in assoluto in grado di risolvere Tutto.

15. Tutti quelli che non riconoscono la parvenenza spirituale correlata  alla luce celeste, come strumento a portata di mano dei pochi, solo di coloro che possono permettersi a delimitare e definire quanto si delinea e quando  va espresso, alla potenza e al servizio della Salvezza.

16. Tutti quelli che non hanno mai vissuto un’esperienza mistica, non hanno mai visto dissolta  sotto i loro occhi  la realtà materiale, non hanno mai visto cristalizzarsi il principio della Fine come unica realtà sicura e incontestabile, come arresto  istantaneo  del  fluire.

17. Tutti quelli che non hanno mai vissuto l’esperienza della Felicita Assoluta estesa dalla fisiologia trasformata in conoscenza intima al sollievo individuale nel lampo dell’intuizione che illumina l’intelletto,  non hanno mai compiuto un solo viaggio mistico nella gioia reale di aver trovato le risposte a tutte le domande nel momento del orgasmo assoluto in cui il super-conscio tocca il cosciente.

18. Tutti quelli che non hanno le capacità di sopportare il Paradosso  di pensare in modo non-lineare ma simultaneo, di comprendere lo stadio del non-giudizio.

19. Tutti quelli che sono ancora convinti che al di sopra  o al di là c’e qualcosa o qualcuno, credono nell’ineffabile senza aver mai attraversato la certezza che ne al di sopra e ne al di là c’e qualcosa o qualcuno ma è Tuttuno,  comprendendo cosi il segreto della redenzione.

20. Tutti quelli che non hanno ancora compiuto il viaggio trascedentale della Fede, della Beatitudine, e del Volere, e non sono arrivati a Creare senza interessi e pregiudizi, e con la consapevolezza capovolta che le radici  sono in alto e i rami sono in basso.

21. Tutti quelli che dopo tutto questo non hanno ancora perfettamente collegato i loro 2 emisferi cerebrali, dell’intuizione e della logica, per poter unificare ad uno stadio ‘’en to pan’’ gli opposti che lo compongono attraverso il loro precedente percorso per i 4 mondi mistici …per arrivare al essenza del loro Desiderio primordiale.

  1. Tutti quelli mancati al peccato primordiale, non ancora convinti che Dio sono loro…

ECCO, TUTTI QUELLI, NO GRAZIE,… !

chi ha paura di me

amira munteanu bergmann

foto di Raul Funes

amira munteanu bergmann

amira munteanu bergmann

amira

amira

PER DIRVI QUESTO HO INDOSSATO :

collare e polsi in vernice e macramè fatto a mano e ricamato con perline

maglia a rete di tulè con maniche in pizzo

corsetto con bretelle in vernice

gonna in tulè

brand ”Amira di Transilvania” Couture

capi unici 100% Made in Italy riproducibili su misura  con pre-ordine al indirizzo di contatto